CNA è complessivamente soddisfatta per la Legge di Bilancio 2022. L’impegno costante della Confederazione, le sue proposte alla politica, la sua azione di pungolo, le sue sollecitazioni hanno riscosso successi concreti.

Il provvedimento mantiene un forte carattere espansivo, immettendo nel sistema economico risorse per quasi 25 miliardi di euro mirate a sostenere la ripresa e ad accelerare il ritmo di crescita del prodotto interno lordo.

Dalle correzioni introdotte in materia di tassazione delle persone fisiche alla eliminazione dell’Irap per persone e soggetti privi di autonoma organizzazione, dalla riforma degli ammortizzatori sociali alla riduzione degli oneri generali e fiscali sull’elettricità e il gas fino alla conferma dei bonus immobiliari, sono numerose le misure apprezzabili nella Legge di Bilancio 2022.  Anche se la Confederazione è consapevole che il suo testo non esaurisce gli interventi necessari a consolidare la ripresa e a superare le criticità che potrebbero rallentarla. E il Governo è tenuto a una vigilanza massima e a una disponibilità a intervenire con rapidità ed efficacia nel caso emergessero criticità.

Qui le schede di sintesi dei principali provvedimenti contenuti nella Legge di Bilancio 2022.